News

Ausili per la deambulazione a Parma: quali sono e dove trovarli

Se tu o qualcuno che conosci avete difficoltà a camminare o ad andare in giro, un aiuto potrebbe essere quello che ci vuole. Gli ausili per la deambulazione sono dispositivi progettati per aiutare le persone che hanno problemi di movimento a godere di maggiore libertà e indipendenza.

carrozzina pieghevole venditaparmaIn genere le persone con disabilità, o gli anziani che sono maggiormente a rischio di caduta, scelgono di utilizzare gli ausili per la mobilità. Questi dispositivi offrono numerosi vantaggi, tra cui maggiore indipendenza, dolore ridotto, fiducia e autostima. Possono anche essere un mezzo per trasferire il peso dall’arto superiore al suolo, nei casi in cui si desideri ridurre il carico dell’arto inferiore.

La prescrizione di ausili per la deambulazione dovrebbe essere effettuata da un fisioterapista o da un terapista, dopo una valutazione approfondita dell’andatura, dell’equilibrio, della cognizione e dei sistemi cardiovascolare, muscolo-scheletrico e neurologico. Sarà necessario valutare anche se l’ausilio per la deambulazione sia un requisito temporaneo, ad esempio dopo una frattura, o un’opzione più a lungo termine, ad esempio un deambulatore per un adulto o un anziano con mobilità ridotta dopo un attacco di ictus.

È disponibile una gamma di dispositivi per soddisfare le esigenze delle persone, dalle stampelle alle sedie a rotelle fino ai girelli. 

 

Quali sono gli ausili per la deambulazione

Chiunque abbia un problema di mobilità, temporanea o a lungo termine, può beneficiare degli ausili per la deambulazione. Il tipo di ausilio utilizzato dipenderà dalle esigenze dell’individuo: così, se la stampella può essere utile in caso di trauma cranico, una sedia a rotelle può risultare fondamentale per un paziente che ha subito un’operazione difficile.

In sostanza, gli ausili per la deambulazione possono essere utili per le persone con:

  • Artrite
  • Paralisi cerebrale
  • Disabilità dello sviluppo
  • Ulcere e ferite diabetiche
  • Difficoltà a mantenere l’equilibrio
  • Fratture o ossa rotte agli arti inferiori
  • Gotta
  • Problemi cardiaci o polmonari
  • Lesioni alle gambe, ai piedi o alla schiena
  • Obesità
  • Spina bifida
  • Distorsioni e stiramenti
  • Deambulazione a causa di lesioni cerebrali o ictus
  • Menomazione visiva o cecità
  • Anche gli anziani, le persone che hanno subito un’amputazione e coloro che si stanno riprendendo da un intervento chirurgico traggono vantaggio dall’uso di ausili per la mobilità.

 

Elenco degli ausili per la deambulazione

  • I bastoni sono forse il tipo più comune di ausilio per la deambulazione che è probabile che un anziano utilizzi. Quando la maggior parte di noi raggiunge i settant’anni, il nostro equilibrio inizierà a vacillare e un bastone può davvero aiutare per la stabilità, riducendo allo stesso tempo lo sforzo sulle gambe ed essendo un dispositivo facile da tenere in giro. Se ti senti a rischio di cadere, un bastone può essere molto utile come dispositivo non intrusivo, che consente comunque molta indipendenza: aiutano a sostenere il peso del corpo e a trasferire parte del carico dalle gambe alla parte superiore del corpo.

 

Le stampelle, come i bastoni, prendono il peso dalle gambe e ne trasferiscono una certa quantità sulla parte superiore del corpo. Le stampelle tendono ad essere migliori come dispositivo di deambulazione temporaneo, spesso utilizzato dopo un infortunio alla gamba. Tuttavia, una volta che qualcuno sta valutando un dispositivo di assistenza alla deambulazione per un uso a lungo termine, di solito ci sono opzioni migliori.

  • Il girello, o carrello per anziani, hanno una struttura in metallo con quattro gambe. Esistono anche i modelli con le ruote sulle due gambe anteriori, per facilitare il movimento in avanti. Esistono anche diversi tipi di deambulatori, inclusi deambulatori a 2 ruote. Forniscono più supporto ed equilibrio rispetto ai bastoni e alle stampelle, perché hanno un contatto molto più incisivo con il suolo. L’utilizzatore generalmente appoggerà il peso sui due manubri, ricevendo grande stabilità pur mantenendo un discreto livello di indipendenza. Nonostante siano più grandi di bastoni e stampelle, i deambulatori sono ancora generalmente leggeri e spesso pieghevoli. 
  • I girelli con quattro ruote, o rollators con cestino, hanno il manubrio e un sedile dove l’utente può riposare quando lo desidera, offrono una maggiore sicurezza, dato il numero di ruote e sono particolarmente utili per gli anziani che necessitano di un supporto per la deambulazione maggiore rispetto alla media. Forniscono sicurezza e stabilità davvero eccezionali per l’utente.

 

  • La sedia a rotelle, a differenza della maggior parte dei dispositivi di assistenza alla deambulazione descritti sopra, che danno all’utente del lavoro da fare, questa svolge sostanzialmente il movimento per te, specialmente se scegli una sedia a rotelle elettrica. Una sedia a rotelle è utilizzata al meglio da coloro che non dovrebbero o non possono caricare gli arti inferiori o da coloro che non possono camminare. La sedia a rotelle può essere il giusto ausilio alla mobilità per chi ha disabilità più gravi o che ha la necessità di percorrere distanze maggiori.

  • Gli scooter per disabili, sebbene siano simili alle sedie a rotelle, sono macchine più ingombranti, solitamente progettati per essere utilizzati all’aperto, sono alimentati a batteria. 

 

Ausili per la deambulazione a Parma da Ortopedia Scita e sullo shop online

Quando devi affidarti a un ausilio per la deambulazione temporaneo o permanente, hai bisogno dell’attrezzatura giusta. Per questo puoi affidarti a Ortopedia Scita, che grazie ai suoi oltre 50 anni di esperienza rappresenta la soluzione giusta alle tue esigenze.

Contatta i nostri professionisti o vieni a trovarci nei nostri punti vendita a Parma direttamente, per ricevere tutte le informazioni di cui necessiti.

Inoltre, da oggi potrai acquistare i tuoi ausili per la deambulazione direttamente online sul nostro e-commerce. Che aspetti? Ortopedia Scita è la soluzione ai tuoi problemi.

Ti è piaciuto questo post? Condividilo!
Facebook
Twitter
LinkedIn
Email
News correlate