News

Tutte le tipologie di calze elastiche

Le calze elastiche sono un aiuto indispensabile per curare e prevenire varie patologie che riguardano il sistema vascolare. I medici prescrivono questi presidi in soggetti con:

  • problemi vascolari ereditari,
  • donne che utilizzano la pillola anticoncezionale,
  • donne in gravidanza,
  • persone che devono affrontare un lungo viaggio bloccati nella stessa posizione per diverse ore,
  • persone che, per diversi motivi, devono affrontare lunghi periodi a letto.

Per diverse situazioni sono previste diverse tipologie di calze elastiche da utilizzare. Possiamo dividere le calze elastiche principalmente in due categorie principali:

  • Preventive: possono essere a maglia liscia o a doppia rete. Hanno una compressione di minimo 6mmHg e vengono utilizzate in caso di sensazione di pesantezza e gonfiore degli arti inferiori o quando cominciano a spuntare i primi capillari.
  • Terapeutiche: utili per contenere patologie come trombosi venosa profonda, linfedemi, varici, vene varicose e altre. Si dividono in 4 classi di compressioni con un minimo di 18mmHg.

Ovviamente deve essere il medico a prescrivere l’utilizzo delle calze elastiche, specificando quale grado di compressione è bene utilizzare in base alla situazione fisica e patologica del paziente. È importante ricordare che una calza elastica media dura circa 6-8 mesi per un utilizzo quotidiano. Si consiglia un lavaggio la cui temperatura deve rimanere al di sotto dei 40 gradi.

I vantaggi delle calze elastiche

In caso di insufficienza venosa o altre patologie del sistema vascolare come quelle citate prima, le calze elastiche sono un aiuto importante per supportare le gambe. Per trovare la giusta gradazione di compressione è bene rivolgersi al proprio medico ed eventualmente eseguire esami diagnostici approfonditi.

Tutte le diverse tipologie di calze elastiche, se scelte adeguatamente al proprio problema, possono portare numerosi vantaggi al paziente, quali:

  • Prevenire il ristagno di liquidi
  • Prevenire le vene varicose
  • Favorire l’ossigenazione muscolare
  • Facilitare la circolazione del sangue dalla periferia al cuore.

Le tipologie di calze

All’interno delle due categorie principali, esistono altre tipologie di calze elastiche ancora più specifiche per un determinato utilizzo. Vediamo le più comuni.

  • calze antiembolismo: per la profilassi della trombo embolia;
  • calze antiulcera: per le lacerazioni dell’epidermide nella parte inferiore delle gambe;
  • calze di sostegno: per un utilizzo preventivo delle maggiori patologie;
  • calze per lo sport: per chi pratica attività è ha bisogno di sostegno;
  • calze per diabete: per chi soffre di questa patologie è ha frequenti gonfiori agli altri inferiori.

Se ti sei riconosciuto in una di queste patologie e credi che le calze elastiche possano esserti d’aiuto, rivolgiti al tuo medico. In tutte le sedi di Ortopedia Scita a Parma e Borgotaro puoi trovare tutte le tipologie di calze elastiche utili per diversi tipi di utilizzo. Per maggiori informazioni non esitare a contattarci.

Ti è piaciuto questo post? Condividilo!
Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su email
Email
News correlate